Cos'è la Riabilitazione - Kinesportcenter

y
Lun - Ven: 08:00-12:30 / 14:00-18:30
Sabato e Domenica: CHIUSI          
z
+39 338 357 5353
j
Corso Umberto I°, 253B/C
88068 Soverato (Cz)
Visione del nostro sito

Corso Umberto I, 253 B/C 88068 Soverato (CZ)       Tel.: 338 357 5353        e-mail: fraza07@libero.it

Corso Umberto I, 253 B/C 88068 Soverato (CZ)     Tel.: 338 357 5353      e-mail: fraza07@libero.it
Corso Umberto I, 253 B/C 88068 Soverato (CZ)     Tel.: 338 357 5353      e-mail: fraza07@libero.it
Seguici su:

y
Lun - Ven: 08:00-12:30 / 14:00-18:30
Sabato e Domenica: CHIUSI         
z
+39 338 357 5353
j
Corso Umberto I°, 253B/C
88068 Soverato (Cz)
y
Lun - Ven: 08:00-12:30 / 14:00-18:30
Sabato e Domenica: CHIUSI         
z
+39 338 357 5353
j
Corso Umberto I°, 253B/C
88068 Soverato (Cz)
y
Lun - Ven: 08:00-12:30 / 14:00-18:30
Sabato e Domenica: CHIUSI
z
+39 338 357 5353
j
Corso Umberto I°, 253B/C
88068 Soverato (Cz)
Segioci su:
f
Seguici su:
f
Vai ai contenuti
COS'È LA RIABILITAZIONE
Riabilitazione può essere definito “un processo di soluzioni dei problemi e di educazione nel corso del quale si porta una persona a raggiungere il miglior livello di vita possibile sul piano fisico, funzionale, sociale ed emozionale con la minor restrizione possibile delle sue scelte operative. “
La riabilitazione non è quindi sinonimo di fisioterapia o rieducazione neuromotoria ma é parte integrante di un percorso riabilitativo, che rientra all’interno di un progetto comune in cui l’obiettivo finale è il miglioramento della  qualità di vita del soggetto.

Le problematiche  possono raggrupparsi in rapporto ai settori che investono e possono sorgere:

1. nel campo prettamente meccanico del movimento con espressioni morfofunzionali che investono il soma e l’apparato locomotorio
 
2.  nel campo dell’ergonomia imputabile a qualche handicap dei meccanismi biochimici e metabolici che determinano le capacità di rendimento aerobico e/o anaerobico di un       individuo

3. nel campo omeostatico della motricità a causa di un disarmonico equilibrio neuro-vegetativo

4. nel campo neuro e psicomotorio

5. nel campo traumatologico.

La  Rieducazione Funzionale e  la Riabilitazione  sono  rivolte a tutti i soggetti che necessitano di programmi specializzati e personalizzati per il trattamento di patologie traumatiche o degenerative e il recupero dopo interventi a carico dell’apparato muscolo-scheletrico
Le tecniche di riabilitazione sono ben supportata da letteratura scientifica e da studi di efficacia su i vari interventi riabilitativi e come sono in grado di migliorare le performance motorie,  la capacità di effettuare le varie attività quotidiane , di ridurre le disabilità e nel migliorare la partecipazione sociale. L’efficacia è dimostrata in tutti i setting riabilitativi se ben organizzata e programmata.
Per far questo la medicina riabilitativa deve prendere in  considerazione:
la  valutazione del grado  di difficoltà  sia per quello che riguarda la diagnosi, sia per quanto concerne l’analisi delle componenti  nei confronti della limitazione funzionale
il  giudizio prognostico sul tempo e  grado di recupero
l’impostazione del programma riabilitativo
l’applicazione pratica delle tecniche terapeutiche, compito per lo più riservato al personale terapista che deve agire sotto il controllo costante del medico e in collaborazione con lo specialista motorio.
l’attività didattica  indirizzata a  chiarire bene al soggetto  la differenza fra guarigione biologica e ripresa funzionale, dove per ripresa funzionale si intende il recupero della piena capacità  motoria e tecnico-coordinativa dei gesti e della piena potenzialità e sicurezza mentale sui  movimenti.
Le terapie devono essere considerate sotto numerosi aspetti che sono:
prevenzione delle complicanze
riduzione degli aspetti sintomatologici invalidanti per evitare le compensazioni (miglioramento del tono muscolare, ripristino del raggio di escursione articolare, ripresa delle capacità condizionali e coordinative)
terapie conservative e protettive dove necessario mediante l’applicazione di tutori  bendaggi elastici etc…
massima sinergia con il recupero fisico-motorio.
Per potere contrastare in modo ottimale la varietà di sintomi e di problemi che si presentano durante il decorso di una riabilitazione  è necessario un approccio interdisciplinare che coinvolge varie figure professionali  e variabili interventi riabilitativi.
Il medico è il coordinatore responsabile della condotta terapeutica da seguire e il consulente della condotta educativa. – Il fisioterapista è corresponsabile della condotta terapeutica, realizza le indicazioni del medico e mette in atto tutte le applicazioni che mirano alla riabilitazione del paziente. Lo specialista motorio ha facoltà di operare nell’ambito delle capacità umane con strategie educativo-motorie rivolte agli aspetti qualitativi del movimento, alle abilità motorie relazionali e a quelle sportive, alla coordinazione motoria, alla prevenzione, alla coordinazione, ai disequilibri stato-cinetici, alla dinamica motoria nel suo complesso, applicando l’attività motoria  o l’attività motoria adattata in rapporto allo stato  della persona . In sintesi, deve mettere in atto tutte le sue conoscenze per migliorare ogni capacità motoria che risulta deficitaria, somministrando alla persona attività motoria, più idonea anche con attrezzature e/o apparecchiature strumentali che non siano classificate mediche o fisioterapiche.
Nel percorso di recupero  che va dal momento dell’infortunio al ritorno all’attività, si definiscono diverse fasi affrontate dalle diverse figure professionali.
Tutti i diritti riservati-Copyright © 2019-2020 Created by Fabio Procopio
Tutti i diritti riservati - Copyright © 2019-2020 Created by Fabio Procopio
Tutti i diritti riservati - Copyright © 2019-2020 Created by Fabio Procopio
Tutti i diritti riservati - Copyright © 2019-2020 Created by Fabio Procopio
Torna ai contenuti